UNIONI CIVILI: LE ASSOCIAZIONI LGBT NON FANNO ACCORDI CON NESSUNO: NOI VOGLIAMO IL MATRIMONIO

In questi giorni sono circolate diverse interpretazioni e affermazioni sul ruolo politico che stanno svolgendo le associazioni lgbt e per i diritti civili rispetto alla discussione sul ddl Cirinnà sulle unioni civili. Per ristabilire un po’ di verità, ci teniamo a ribadire che: 1 – L’unica legge che può avere il nostro sostegno è quella…

Domani Renzi alla corte degli omofobi, mentre sull’Italia comanda Bagnasco

L’anatema sulle unioni civili c’è e il cardinal Bagnasco invoca la Costituzione per riconoscere in essa la difesa della famiglia naturale. Il presidente della Cei affianca alla sua onnipotenza una lectio magistralis sui diritti dei singoli e sull’impossibilita che le coppie omosessuali possano raggiungere la piena equiparazione dei diritti così come avviene nelle famiglie composte da…

IL GOVERNO NON IMPUGNI LA SENTENZA. IL PARLAMENTO APPROVI IL MATRIMONIO PER TUTTI

Le associazioni italiane LGBTI e tutte le associazioni impegnate sul terreno delle libertà civili, che aderiscono alla Campagna #LoStessoSì, all’indomani della sentenza della Corte Edu che condanna lo Stato italiano per la violazione dell’articolo 8 – il diritto al rispetto per la vita privata e familiare – della Convenzione europea dei diritti umani, esprimono preoccupazione…

L’EUROPA DEI DIRITTI BOCCIA IL CLERICALISMO DELLE DISCRIMINAZIONI

“La sentenza della Corte europea dei diritti umani conferma che l’Italia non può più attendere – dichiara Lucia Caponera, vice presidente nazionale di ArciLesbica – L’Europa dei diritti umani boccia l’Italia dei rinvii, del clericalismo, dei Giovanardi di turno e delle commistioni con le piazzate sulla famiglia naturale. I diritti in questo paese non sono…

ARCILESBICA (BRANDOLINI) BENE SENTENZA TORINO, MA ORA DECIDERA’ ALFANO? DOV’E’ IL PARLAMENTO?

La Corte d’Appello di Torino ha riconosciuto la genitorialità paritaria a due donne sposate in Spagna e madri grazie alla fecondazione eterologa realizzata in quel paese. La Corte si è espressa in tal senso per garantire la “copertura giuridica ad una situazione di fatto in essere da anni, nell’esclusivo interesse del bambino cresciuto da due…